Kyoto, Osaka, Tokyo: le persone

L’argomento è venuto fuori durante una conversazione con delle studentesse stimolata dal racconto del mio incontro con il fotografo di ieri. Sono solo delle impressioni ma ho trovato che: * le persone di Osaka sono più spontanee nel mostrare le proprie emozioni, sono più allegre e brillano di una fiamma interna. Ti danno del tu e ti trattano come un … Continua a leggere

Kozawa san

Questa mattina sveglia alle cinque e mezza per preparare obento e anche per gli ultimi preparativi per la partenza di mia figlia e la mia giornata di lavoro. Visto che la valigia era pesante ho accompagnato Elena in tassi fino alla scuola. Era nervosissima e anche preoccupata perché aveva il pensiero di aver dimenticato qualcosa, tutte sensazioni che si provano … Continua a leggere

Ufficio reclami e viaggio a Miyaghi ken

Non avevo mai fatto l’esperienza così sono andato all’ufficio o sportello dei consumatori o dei reclami per chiedere delucidazioni sulla valigia di ieri. In giapponese si direbbe “ shitsukoi” che significa “ insistente “ e devo dire che questa qualità o parte negativa fa parte del mio carattere. All’entrata non c’era nessuno ma un campanello elettronico era pronto per essere … Continua a leggere

Ci ho provato

Mercoledì avevamo comprato una valigia per il prossimo viaggio di Elena ma una volta a casa ci siamo accorti che era troppo piccola così questa mattina sono andato ai grandi magazzini dove l’avevo comprata per aquistare quella un po’ più grande facendomi togliere il prezzo di quella già comprata. Purtroppo mi hano detto che era strisciata e non potevano riprenderla. … Continua a leggere

A casa da scuola

Da bambino qualche volta fingevo di avere la febbre ma mia madre mi ha sempre scoperto e con uno schiaffone o una spinta mi mandava a scuola e con ragione. Alcuni amici però ci riuscivano e mi raccontavano di quanto fosse bello rimanere al calduccio a casa quando fuori, in inverno, faceva molto freddo tanto da scorgere perfino dei pezzi … Continua a leggere

L’artista

Questa mattina sono andato in una galleria d’arte a trovare una giovane artista che avevo conosciuto questo febbraio a una mostra di opere d’arte di una università di Osaka. Si chiama Akane san. Oggi l’ho trovata più rilassata e in forma e stava mangiando un onighiri per pranzo. La galleria non era ancora aperta così abbiamo parlato seduti sulle scale … Continua a leggere

Il fotografo

Mizuno Katsuhiko è nato nel ’41 e dal ’69 fotografa Kyoto in lungo e in largo. Era da molto che volevo incontrarlo, lo vedevo come una persona irraggiungibile, sempre in giro a fotografare oppure per le case editrici e i clienti. È vero che non avevo mai cercato assiduamente però la scorsa settimana per caso ho trovato una sua intervista … Continua a leggere

La memoria

A fine mese Elena viaggerà a Iwate-ken, nel nord del Giappone, per quattro giorni con la scuola così dopo molte prediche di mia suocera siamo andati finalmente a comprare una piccola valigia. A mia figlia non piace tanto andare ai grandi magazzini perché li trova soffocanti e non adatti alla sua età al contrario di mia suocera che li trova … Continua a leggere

In treno

Di solito prendo la linea privata Hankyu per andare a Osaka e più precisamente a Umeda, la parte forse più frequentata della città. La maggior parte dei passeggeri dorme o chiacchiera sottovoce facendo risaltare così lo stridio delle ruote sulle rotaie. Questa volta però è stato diverso. Mi sono seduto accanto a una coppia di giovani, lei tutta attillata, truccatissima … Continua a leggere