Una pazzia

 

egokoro.jpgEra da un po’ che mi attirava così alla fine l’ho comprato. Per curiosità più che per altro, per vedere se veramente potevo imparare qualcosa usando questo programma-gioco per il nintendo ds e imparare a disegnare, si intitola egokoro kyoushitsu. È un programma educativo che in dieci lezioni insegna a disegnare, o meglio insegnerebbe i primi rudimenti del disegno a cominciare dalle linee. Devo confessare che provandolo a usare mi sono detto “ma perché l’ho comprato?”. Sarà l’inizio sicuramente di una carriera in pittura, disegno. Sogni.

Leggendo alcuni libri sulla critica fotografica il desiderio di curiosare anche nel disegno è grande. Ho anche comprato una rivista intitolata irasuto noto, consigliatami da una amica non per imparare a disegnare ma per intravedere12790853960-photo.jpgcom’è questo mondo del disegno e delle illustrazioni. Elena mi ha guardato con due occhi strani ma non ha commentato, forse vuole vedere per quanto tempo andrò avanti.

Intanto ha scritto una storia per la pubblicazione semestrale del circolo della letteratura a cui fa parte. Le piace fare tutto alla fine quindi si è data da fare al pc fino alle tre e mezza di notte per trascrivere la storia che aveva scritto su carta. Questa mattina mi ha fatto alcune domande sull’impaginazione e poi abbiamo stampato le diciotto pagine. Ho avuto l’onore di essere il suo primo lettore. Un horror tra i forum e persone che si mettono d’accordo per compiere un omicidio falso usando un manichino messo nella vasca da bagno. LeggereelenaPanfletto1.JPGquesto tipo di storie di prima mattina dopo aver preparato obento è stato un pugno allo stomaco. Mi ha chiesto se avevo trovato dei kanji sbagliati ma sopravvaluta troppo le mie abilità linguistiche specialmente di mattina presto.

Poi, prima di uscire, come se niente fosse, mi ha consegnato il depliant per l’esame di ammissione alla scuola in cui Elena studia. Guardandolo bene lei è in fotografia, non in primo piano ma c’è ugualmente. Che bello! In un attimo ho dimenticato il sapore amaro della storia horror appena letta e stavo quasi per salterellare dalla gioia. A volte essere spontanei ( Elena mi rimprovera che lo sono troppo spesso ) può rallegrare la giornata.

 

Una pazziaultima modifica: 2010-09-02T13:04:38+00:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento