Kinkakuji

 

kinkaku1.jpgQuesta mattina, dopo aver fatto il primo saluto dell’anno a mia cognata sono stato a Shimogamo jinja per fare alcune foto, il terzo jinja nell’arco di tre giorni. Tante persone con tante speranze e desideri. Molte le madri con figli piccoli e anche neonati. I primi giorni dell’anno portano fortuna e fanno crescere sani e forti i figli.

A pranzo siamo andati a mangiare con la famiglia di mia cognata e la nonna giapponese. Dopo gli auguri ed aver ascoltato le esperienze di viaggio a Soul in Korea di mia cognata siamo usciti dal ristorante e a piedi siamo andatikinkaku3.jpgfino a Kinkakuji. La cognata e la suocera sono tornati a casa in automobile invece Elena voleva camminare per sgranchirsi le gambe. Come previsto c’erano molte persone, tutti turisti (anche un piccolo gruppo di italiani). Ci siamo mescolati in mezzo alla fiumana e abbiamo fatto il giro facendo alcune fotografie. È stata una bella camminata e per Elena la prima volta a Kinkakuji.

Al ritorno, dopo aver portato Elena a casa, sono stato in centro per fare il giro di salutikinkaku4.jpgagli amici per il lavoro di quest’anno. Prima sono passato per i grandi magazzini e ho comprato due confezioni di dolci giapponesi facendo avvolgere sopra una carta bianca con l’augurio di un buon anno (chiamata noshi in giapponese).

Anche oggi è stata una lunga giornata con l’occhio alla pancetta e al bottone dei pantaloni. Kuwabara, kuwabara!!

 

Kinkakujiultima modifica: 2011-01-03T13:49:35+00:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento