Una giornata di incontri

  Elena se ne è stata a casa tutto il giorno a finire i compiti per casa mentre io sono stato in centro a delle lezioni e per incontrare alcuni amici tra cui uno che purtroppo la prossima settimana tornerà a casa con la promessa di ritornare per Pasqua o giù di li. Jikai wa otanoshimi ni shiteimasu. Le previsioni … Continua a leggere

Kyoto incipriata

  Ieri sera c’era stata una parvenza di neve, solo alcuni ciuffi ma niente di più. Quando siamo stati a Osaka la temperatura era anche più alta di Kyoto. Questa mattina alle sei una leggera neve velava l’aria così ne ho approfittato per andare a correre. Al ritorno ormai il vento era quasi diventato una bufera e la neve era … Continua a leggere

Awateru

  Questa mattina Elena è uscita di casa verso le otto per andare a scuola e fare l’ultimo esame di matematica dell’anno. La nonna vuole vedere la pagella ma lei non vuole mostrargliela. Domani comunque provvederò alla processione. Durante la mattinata stavo preparando i temi e il programma per i corsi del prossimo anno quando una studentessa mi telefona e … Continua a leggere

Una giornata intensissima

  Questa mattina sono uscito alle otto e mezza e ho preso il treno per Osaka. Di solito alla domenica mi dedico alla mia camminata veloce fino a Ninnaji o a qualche altro tempio o santuario ma oggi avevo un appuntamento con un fotografo che mi avrebbe presentato il suo maestro di novantaquattro anni. Ho approfittato dell’occasione anche per andare … Continua a leggere

Le cartoline di Natale!!!!

  Mi ero dimenticato di comprarle così questa mattina mi sono precipitato a comprarle ai grandi magazzini Daimau, dove le compro ogni anno e visto che volevo scriverle subito sono entrato nello Starbucks che sta di fronte all’entrata posteriore di Daimaru. Ho comprato un Houjicha-late (un te giapponese con late caldo a mo’ di cappuccino) e sono salito al piano … Continua a leggere

Un gruppo fotografico e tanti amici.

  Anche oggi giornata dal cielo sereno e dal sole intenso. Questa mattina sono andato “all’ospedale dei vestiti”, nel quale lavora una ragazza dalla voce acuta e leggermente nasale che non so se faccia apposta o meno, per ritirare la giacca che mio padre ha usato l’inverno dello scorso anno. Le cerninere erano andate e non volevo buttarla via. Tutto … Continua a leggere

Tanti incontri con amanti della fotografia e anche dell’Italia.

  Ieri le l’altro ieri sono state due giornate molte intense. La parte del leone l’ha fatta mia figlia perché deve imparare a memoria nove poesie cinesi e ripeterle in meno di sei minuti. Ha fatto molta pratica l’ultimo giorno e non è riuscita a passare al primo tentativo (normale perché non è un genio anche se non le manca … Continua a leggere

Tanti incontri

  Ieri è stata una giornata nella quale ho incontrato ancora un’amica che vorrebbe diventare una fotografa e si è incamminata piano piano verso questa direzione. Mentre ero alla mostra fotografica del suo maestro ho avuto la fortuna di conoscerlo e di fargli delle domande. Professore dell’università, era circondato da me e da altre due persone e ci spiegava come … Continua a leggere

Un piccolo sole

Il barbiere alla mattina, il lavoro fino a mezzogiorno, una mostra fotografica al pomeriggio e una mostra d’arte al museo di Kyoto di seguito senza pranzare mi hanno sfinito. Il barbiere, come sempre l’ho trovato allegro e sorridente metre stava sturando i muscoli: ”Usare i muscoli che di solito non si usano fa bene alla salute!” La conversazione è partita … Continua a leggere