Boonenkai

  Ieri sera, dopo circa dodici anni, sono riuscito a incontrare un’amica giapponese ex studentessa che vive in Italia e fa la guida turistica. Ci siamo trovati in un okonomiyaki ya verso le sette di sera e tra dell’insalata alla Cesare, moyashi piccanti al peperonciono, gamberi e funghi soffritti con mayonese (orrore!!!!) e ovviamente okonomiyaki e yakisoba, abbiamo cercato di … Continua a leggere

Bella partita

  Forse mi sono riscaldato un po’ troppo e all’inizio pensavo che la squadra italiana avesse perso la voglia di giocare e di far spettacolo ma alla fine mi sono ricreduto. Gli ultimi momenti della partita sono stati i più belli del mondiale. L’Italia che cercava la ragione di essere mentre la Slovacchia non credeva alla facilità con cui poteva … Continua a leggere

Hisashiburi

Meno male che oggi non è piovuto ma domani ritorneremo alla giornata umida e piovosa con tuoni e lampi per rallegrare il tutto. L’Italia ha pareggiato. Tutti hanno giocato benissimo ma non sono riusciti a mettere la palla in rete, se la sono sempre fatta sfuggire di poco. Hanno continuato a lanciare delle traverse nonostante i giocatori della Nuova Zelanda … Continua a leggere

Un futuro più economico

Ho appena finito di leggere il libro “The Social Atom“ di Mark Buchanan. Un fisico esperto che cerca di fare un po’ di chiarezza su come si muove la società mettendo a fuoco non le persone come singolo individuo ma lo schema più grande quello che non possiamo vedere da dentro ma solo da fuori. In inglese lo chiamano “pattern” … Continua a leggere

Brevi momenti

A volte Elena torna a casa euforica, quasi da non stare più nella pelle e mi racconta quello che ha fatto o detto con le amiche a scuola. A volte invece vedo subito che qualcosa è andato storto perché la sua voce è più cupa del solito così cerco sempre di tirarla su con un grande abbraccio. Funziona quasi sempre. … Continua a leggere

Rimuginare

sulla mostra di ieri. Dalla crisi economica, passando per Obama e alcune famiglie americane con più di sette figli e padre assente; il terremoto cinese e la guerra in Cecenia con le relative immagini di corpi storpiati e visi snervati, senza vita; la guerriglia in Kenia armata di archi e frecce artigianali; le cucine bellissime degli abbienti Romeni nelle quali … Continua a leggere