Toeic

565879570.jpgErano quindici anni che non facevo un esame di lingua e questa volta è toccato al Toeic.

Quando sono arrivato in aula, dopo aver chiesto in giro dove si trovasse, ho presentato la cartolina con la foto e mi sono seduto al posto designato. L’addetta è stata molto formale e forse troppo tesa ma va bene così, in fondo non si trattava di assistere a una festa. Appena seduto mi sono accorto che ero il più anziano e soprattutto mi sentivo un po’ fuori posto. Chissà che cosa avranno pensato gli altri quando hanno visto un gaijin entrare.

Comunque sia, l’esame è iniziato all’una con la parte auditiva. Devo scriverlo: non mi ero preparato per l’esame e lo avevo sottovalutato. All’inizio è andato tutto bene ma verso la fine, quando le conversazioni si sono allungate e le risposte si sono fatte più intricate, ho perso un po’ di attenzione sbagliando alcune, se non molte, risposte. Sbagliando s’impara.

La parte di lettura e risposta alle domande è stata la più lunga. Sono riuscito a finire il tutto con quindici minuti in anticipo potendo così riguardarmi le risposte e rileggere buona arte delle storie con una certa tranquillità. Tra le storie, ce n’era anche 484084386.jpguna breve su una recensione di un ristorante italiano, ma la maggior parte riguardavano il mondo del lavoro, in particolare il prendere appuntamenti, prenotare corsi online per lo sviluppo della propria carriera e altro.

Dopo due ore, alla fine, avevo un leggero mal di testa ma contanto che ero sveglio dalle sei del mattino, che ero andato a fare un’ora di quasi podismo sotto la pioggia, che avevo partecipato all’apertura di un’importante mostra di ikebana ( nei prossimi giorni scriverò tutto ) e che avevo preparato il pranzo per Elena, mi sembra che un leggero mal di testa sia anche opportuno.

Nel mondo ci sono molti tipi di test per misurare il proprio “livello” di conoscenza della lingua inglese; forse sono tutti ben preparati come il Toeic. È come una macchina automatica che macina soldi. Ammiro gli inglesi e gli americani per aver portato la lingua inglese in tutto il mondo e averne fatto un affare di molti milioni di dollari. La lingua inglese, adesso, ha molti sapori, è d’uttile, malleabile e soprattutto molto energetica.

A volte mi chiedo perché noi italiani nono siamo riusciti a farlo. Potremo farlo in futuro? Esportare la lingua italiana? Anche senza ricavarci un soldo?

Eppure, tutti coloro che imparano l’italiano mi dicono sempre che è bello; lo imparano perché lo amano e ne sentono una certa vicinanza emotiva o affettiva.

L’inglese attira i soldi invece l’italiano attira le emozioni.

Magari in futuro gli italiani potranno venire in Asia, potranno parlare l’italiano ed essere capiti da molti. Per il momento però, quando trovo un giapponese o un non italiano che parla la nostra lingua mi sento sempre felice, come se avessi trovato una pietra preziosa inaspettata.

Toeicultima modifica: 2008-10-26T12:58:46+01:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Toeic

  1. Quando si trova uno straniero che parla italiano, anche se solo un poco, dà sempre soddisfazione… soprattutto perché l’italiano è una lingua che non si impara per soldi: certo, una persona può anche cercare lavoro come interprete o traduttore studiando l’italiano, ma rimane comunque una lingua parlata da una comunità ristretta di persone, molto meno versatile dell’inglese o dello spagnolo.
    Proprio ieri abbiamo fatto una festa italiana nel College Residence dell’università e abbiamo invitato dei giapponesi che studiano italiano… è stato molto divertente parlare in una lingua strana mista tra italiano, giapponese e inglese (ormai onnipresente)!

  2. E’ bello quando si incontrano stranieri che parlano l’italiano… pensa, io, subito dopo aver aperto il blog, ho conosciuto una ragazza molto cara che abita in Giappone… anche lei sta imparando a parlare l’italiano, ed il suo blog è in italiano… una ragazza veramente in gamba… comunichiamo solo nella mia lingua…
    Complimenti per tutto l’impegno che metti nelle cose, e nella tua vita! si sente che sei felice! ;-)))
    Buona giornata!

Lascia un commento