Wikipedia e beneficienza

ikebana.jpgÈ accaduto circa due giorni fa. Mia figlia stava controllando qualche informazione su wikipedia quando ha trovato la pagina delle donazioni e mi ha chiesto cosa fosse. Ho spiegato che loro non guadagnano con la pubblicità ma con delle forme di beneficienza e soprattutto con il supporto tecnico, scientifico e letterario di milioni di persone. Visto che usa wikipedia ogni giorno e che è quasi diventato un servizio indispensabile per lei, voleva fare un’offerta di tremila yen. Purtroppo, prontamente ho rifiutato dicendo che non avevamo molti soldi e questo le ha fatto subito cambiare kimono.jpgidea. Lo ammetto, ho sbagliato e di grosso. Ho rimuginato tutto per due giorni, oggi mi sono scusato con lei e le ho spiegato che il suo sentimento è giusto, anzi giustissimo. Oggi stesso abbiamo fatto un’offerta di tremila yen.

Sembrano momenti senza tanto significato ma con il mio rifiuto ho fatto entrare mia figlia nel mondo della tirchiaggine e avarizia. Spesso, o forse sempre, le parole dei genitori, specialmente per quanto riguarda il mondo dei soldi, creano delle spirali emotive che si allungano nel tempo e aquisiscono forza e pesantezza andando a far parte dei valori inconsci nell’età adulta. In giapponese c’è un proverbio che dice: “ kotoba ha wazawai no moto” ( le parole sono l’origine delle catastrofi ) e ancora una volta l’ho provato sulla mia pelle.

Subito dopo l’offerta ho portato Elena a una mostra di Ikebana della setta Ikenobo, sperando di poter rendere il cuore più tranquillo. Impossibile!!! C’era una marea di signore molte delle quali anziane che andavano in giro a vedere, fotografare, sgomitare e chiacchierare. Purtroppo non abbiamo avuto il tempo di gustare le composizioni ma abbiamo trovato per caso la moglie del fiorista vicino a casa. Era venuta a vedere il figlio che esibiva la sua arte di nuovo maestro davanti al pubblico. Mi ha ringraziato delle cartoline che ho messo nel negozio dicendomi che piacciono a tutti i clienti e mi ha invitato a portarne ancora.

cartolina1.jpgQueste cartoline sono un esperimento che ho iniziato circa due mesi fa. Al giardino botanico, faccio pratica di fotografia con le rose e quando riesco a farne di belle le impagino scrivendo in un angolino ( di solito in alto a sinistra ) breve poesia o qualche pensiero. Alla fine ne faccio delle cartoline che porto nelle fiorerie e anche nella pizeria Da yuki. È un esercizio che sta avendo i suoi piccoli frutti, infatti sono diventato più sensibile ai colori e alle forme, sto allenando gli occhi e anche il cuore. Adesso devo fare attenzione alle parole che uso ogni giorno.

Gli alti e i bassi nella vita ci sono per tutti.

Wikipedia e beneficienzaultima modifica: 2008-11-08T12:37:20+01:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento