Soukokuji

souokoku1.jpgGiornata un po’ lunga e fredda con spazzi di raggi solari qua e la in città. Il centro è sempre affollato di turisti ma di europei se ne vedono e sentono pochi a causa del deprezzamento dell’euro nei confronti dello yen.

Vicino a dove abito, tra le strutture universitarie dell’università Dooshisha, si trova la strada che porta al complesso di Soukokuji, il più grande tempio zen della setta Rinzai a Kyoto. Il tempio Nanzenji, dove sono andato a fare alcune foto in questi giorni, fa parte di questa setta ( tutto imparato oggi leggendo l’opuscolo del tempio, ma queste cose non si scrivono ).

Ci sono stato una volta in estate dello scorso anno e allora non c’era anima viva. Faceva caldo e le pietre pregavano per avere un po’ di acqusoukoku2.jpga. Questa volta, invece, l’andirivieni della automobili e delle biciclette si faceva notare. Ho notato anche due poliziotti in divisa che chicchieravano allegramente, saranno stati messi lì per “proteggere” il tempio da qualche atto terroristico. In città e forse in tutto il Giappone, sembra che sia scattato l’allarme antiterrorismo e la polizia si è mobilitata alla grande. Sarà un fatto temporaneo, spero. Non me lo vedo un terrorista che va in un tempio buddista a farsi esplodere tra giardini zen e preti che scopano per raccogliere le foglie; ma nella vita non si sa mai.

Questo tempio è formato da un complesso di piccoli templi la cui parte principale, proprio in questi giorni, è aperta al pubblico. Pagati ottocento yen, sono andato in giro con le ciabatte prestatemi soukoku4.jpggentilmente dal tempio e aiutando una coppia di anziani a salire i gradini, il marito non ce la faceva a piegare le ginocchia. L’edificio con la statua di Buddha aveva dipinto sul soffitto un drago verde. Molte persone si fermavano dove cadeva il muso del drago e battevano forte le mani in segno di preghiera. Accanto c’era un altro edificio con due giardini e delle stanze con dei dipinti. Sono passato anche per il negozio dove vendono dei portafortuna e ne ho comprato uno, serve per proteggere dalle malattie e vivere a lungo, per mio padre perché non sta bene. Spero che un giorno arrivi a destinazione.

Prima di uscire ho notato una ragazze che aveva raccolto delle pigne e e aveva deposte in ordine sulle panchine. Forse ne stava facendo uno schizzo.

Soukokujiultima modifica: 2008-11-22T13:57:24+01:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento