Il capodanno

si avvicina e fra pochi giorni molte mogli si rimboccheranno le maniche per preparare la cucina tradizionale per i primi tre giorni dell’anno. A dire il vero questo “rmboccarsi le maniche” forse lo fanno solo le persone che abitano fuori delle grandi città, in campagna o in montagna dove i negozi e il consumismo non fanno parte della vita quotidiana. … Continua a leggere

Okinawa

Da un messaggio di un amico mi è venuto in mente il mio primo e ultimo viaggio a Okinawa, nel sud del Giappone. Isole tropicali, ritmo di vita molto più lento che non a Kyoto, acqua del mare limpidissima, almeno intorno alle isole un po’ lontane dal centro. Ci sono stato circa quattordini anni fa, in viaggio con i dipendenti … Continua a leggere

Ma il pandoro com’è?

È stata la domanda di una studentessa che non lo aveva mai assaggiato. È buono? Il gusto? È molto dolce? Che cosa c’è dentro? È una ragazza a cui piacciono molto i dolci ed era curiosissima di saperlo. Sembra aver già assaggiato il panettone così le ho spiegato che nel pandoro classico non viene usata la frutta secca e nessun … Continua a leggere

Dejiici ( macchina fotografica reflex )

Era da un po’ di tempo che volevo andare alla Pentax per far controllare e calibrare la macchina fotografica e pensavo non ci sarebbe voluto troppo tempo per fare la pulire. La sede a Osaka della Pentax si trova a Nagahoribashi, un parte della città che non avevo mai visitato e contavo di passare almeno un’ora a fotografare in giro … Continua a leggere

Daitokuji con il treppiedi

Daitokuji è un complesso di templi buddisti a circa cinque minuti da casa. In questi ultimi fine settimana ci passo spesso durante la solita camminata mattutina. Alle sette si vedono i bonzi che puliscono con vigore la strada con la ramazza, tutti intenti nel proprio lavoro senza chiacchierare, almeno quando passo io. Oggi ci sono andato per prendere alcune foto, … Continua a leggere

Un post a parte

per una mia amica Kyooko, che ha iniziato il suo nuovo blog da qualche giorno. Lei è una delle pochissime, si possono contare sulle dita delle mani, guide turistiche giapponesi che parli benissimo italiano e che abbia passato tutti gli esami possibili per diventarla, tra cui quello di stato, ritenuto difficilissimo. È una ragazza simpaticissima, allegra e le piace gustare … Continua a leggere

Uemura Shouen

Ho scoperto questa artista circa cinque anni fa a un’esposizione di sue opere al museo delle belle arti di Kyoto. Me ne sono subito innamorato. La grazie delle figure delle modelle in kimono, il suo tema principale, la leggerezza delle linee e la gentilezza che ogni opera esprime mi fanno sempre rimanere a bocca aperta. Il sorriso e le posizioni … Continua a leggere

Olympus

Ultima presentazione dell’anno e questa volta della Olympus. Avendo già avuto esperienza con la Pentax e la Canon pensavo di trovarmi davanti qualcosa di più grande, che attirasse la curiosità ma mi sono trovato in una grande stanza d’albergo la cui metà era adibita alla presentazione del software “photoshop cs4” e della macchina fotografica E-30 ( che sia a causa … Continua a leggere

Gaijin like me

è il titolo della mostra fotografica di martedì scorso. In giapponese “gaijin” significa “straniero” forse con un accento di disprezzo ma molto vago. L’autore è John Sypal di nazionalità americana. Passando alcuni mesi in Giappone, Sypal ha notato che quando incrociava un gaijin come lui per la strada accadeva una specie di contatto visivo quasi ostile del tipo ” stai … Continua a leggere

Boonenkai

In questi giorni sento molte persone parlare di boonenkai. Di quanti ne hanno fatti e di quanti ne devono ancora fare. Letteralmente significa “La festa per dimenticare l’anno passato “ e si fa spesso tra i colleghi dell’ufficio; tra amici; tra compagni di circolo ( tennis, golf, lingua straniera e altro ); tra studenti universitari. Molti lo fanno a casa … Continua a leggere