Compiti per casa

sutaba04.jpgNon li aveva ancora finito così ieri e oggi ho cercato di aiutarla a finirli. Uno di questi era la ricerca per l’ora di educazione civica con lo scopo di poter “ capire “ un po’ le notizie dei giornali. Elena aveva scelto come tema “ la pena capitale “, non uno dei più felici ma quello che le interessava maggiormente. Abbiamo cominciato verso le nove di sera e cercando di farla parlare su quello che sapeva e di quello che pensava è riuscita a scrivere qualcosa anche se scrivendo sbuffava come una locomotiva del tipo “ ma perché ci vogliono torturare in questo modo “ ( un po’ esagerato ma da l’idea ). Siamo riusciti, è riuscita, a finire il tutto verso l’una di notte. Io già alle undici era con un piede nel mondo dei sogni e l’altro non lo so ancora dove.

sutaba05.jpgAnche oggi la stessa storia ma questa volta con le sue ricerche tra cui un espermeto per vedere come cambia la luce di una torcia quando passa attarverso una bottiglia piena d’acqua. Mi ha fatto prendere le foto e visto che la stampante si è rotta, dovrebbe arrivare domani, sono andato a farle sviluppare. Verso mezzogiorno almeno la ricerca era finita. Adesso le manca ancora il riassunto con opinione di un libro che ha letto durante le vacanze ( usando molto i commenti trovati su Amazon ) e la rierca sulle tasse.

Giornata abbastanza lunga, soprattutto per Elena ma me lo aspettavo. Mi hanno detto che accade un po’ in quasi tutte le famiglie in Giappone e quasi tutte le sue amiche hano lo stesso “ problema “.

Nel pomeriggio però abbiamo mangiato un po’ di gelato italiano che piace tanto a mia figlia. Questa volta il gusto all’houjicha ( te giapponese ) è stato il suo favorito.

Compiti per casaultima modifica: 2009-08-23T14:10:12+02:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento