Ripasso

Giornata un po’ nuvolosa con qualche precipitazione durante la sera.

A parte una scappatella all’università per restituire alcuni libri, la giornata di oggi è stata tranquillissima. Io che per tre ore ho corretto i compiti per casa cercando di zigzagare i sostantivi trasformati controvoglia in verbi, per esempio: “ il treno arriva alle otto – ho trenato arriva alle otto “ ( esercizio di conversione da presente indicativo a perfetto, il più originale è stato “ quando sono a casa – ho quandato a casa “ ), invece Elena stava facendo i compiti di matematica per prepararsi all’esame di fine quadrimestre della prossima settimana. Sia lei che io a volte imprecavamo scoppiando a ridere a causa della tensione. Abbiamo anche fattoun po’ di stiramenti dei muscoli, ho sentito le mie ossa scricchiolare, meno male che sono tornate al loro posto originale.

Per cena siamo andati in un ramen-ya e li abbiamo chiacchierato sulla scuola, sui professori, su quello che vorrà fare in futuro e su quello che sente. È proprio bello constatare come cresce dai discorsi che mi fa e dalle domande che si pone cercando di rispondere. Sembra avere già le idee abbastanza chiare su quale direzione dirigersi. Chissà come sarà il suo futuro.

Ripassoultima modifica: 2009-11-29T12:44:34+01:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Ripasso

Lascia un commento