Freddo

Questa mattina mi sono svegliato alle cinque e mezza e pioveva. Faceva freddo e quando sono uscito per prendere il sacco dell’immondizia da portar giù vedevo il fiato condensarsi in vapore. Da ora in poi le giornate diventeranno più fredde e forse più nostalgiche ma anche questo fa parte dell’autunno. Oggi, nel pomeriggio sono stato al Nikon salon e ho … Continua a leggere

Nonnino in inglese

In questi giorni camminare verso il tempio Ninnaji è molto bello perché le strade sono coperte di foglie rosse e gialle e la luce che filtra dagli alberi sembra più calda. Prima di arrivare al tempio passo per una collina sul marciapiede di strada abbastanza grande così arrivato davanti all’entrata del tempio Ryoanji cambio strada per poter camminare tra le … Continua a leggere

La cerimonia del te

http://it.wikipedia.org/wiki/Cha_no_yu È stata la mia prima cerimonia formale ed ero un po’ teso. Il mio amico mi aveva spiegato un po’ il tutto ma anche per lui era la prima volta. Innanzitutto, una volta entrati mi ha dato un paio di calzini bianchi da mettere sopra i miei per non “ sporcare “ il tatami. Poi siamo saliti al primo … Continua a leggere

Una giornata d’autunno

Cielo nuvoloso, la pioggia che batteva sull’asfalto si udiva fino al quarto piano, il fruscio delle gomme delle automobili sulla strada, le finestre fischiavano. Quando sono uscito di casa non pioveva e l’aria ma l’aria era un po’ fredda di aria notturna. Verso mezzogiorno però il cielo si è improvvisamente aperto, le nuvole bianchissime come batuffoli di cotone sono apparse … Continua a leggere

Bilingue

Per strada ho incontrato l’insegnate di francese dell’università mentre fumava una sigaretta perché dentro ormai è vietato fumare dovunque. Per me sono diciotto anni, per lui invece venticinque gli anni che abitiamo in Giappone. Anche lui con una figlia di quindici anni che studia tantissimo, tanto da andare alla juku già da ora. Il discorso si è poi indirizzato sulla … Continua a leggere

Ancora

in giro per Kyoto a camminare e a fare foto. Nuvoloso ma a volte il sole splendeva tra le nuvole, la temperatura più bassa degli altri giorni e l’aria più tersa, quasi scintillante. Da nord a sud, sono passato per vicoli dove si respira ancora l’aria di trenta-quarant’anni fa quando le case erano tutte basse e in un unica costruzione … Continua a leggere

A sessantun’anni

“ Se non avessi comprato il cane forse non sarei mai uscito di casa come faccio ora ” sono le parole del fotografo Hashimoto san che ho incontrato oggi alla sua mostra fotografica al Nikon Salon. Ha lavorato per tanti anni in una scuola elementare e per circa dieci ha fotografato i ragazzi e le ragazze che crescevano tanto da … Continua a leggere

Starbucks-iani

Tra una lezione e l’altra sono stato allo Starbucks di Sanjo Karasuma per assagiarne l’atmosfera e per vedere che tipo di persone bivaccavano. Erano le due e trenta, alcuni tavoli erano liberi. Canzone di Frak Sinatra di sottofondo e molte persone davanti ai libri a studiare, ma non tutte. La ragazza accanto al tavolino a cui ero seduto continuava a … Continua a leggere

Sassatsu ten e altro

  Alla mattina sono andato a vedere la mostra di Ikebana della scuola Tousan Mishoryu. Ci sono stato anche lo scorso anno e anche questa volta mi hanno chiesto di quale paese fossi. Lo scorso anno mi ricordavo più colori e più riflessi dovuti all’acqua nella quale alcune opere erano immerse. Forse le l’atmosfera di sfiducia che si sente in … Continua a leggere

I colori dell’autunno

Dopo una lezione al mattino, sono andato ad ascoltare un seminario sul periodo Meiji di Kyoto e più precisamente sulla storia della costruzione del santuario Heian Jinguu. Il tema era incentrato sulla perdita di splendore della città e la conseguente perdita di spirito da parte dei cittadini dopo che l’imperatore era andato a stabilirsi a Tokyo. Periodo molto movimentato con … Continua a leggere