Problemi di memoria?

insegne.jpgQuesta mattina sono stato alla sede centrale del giornale di Kyoto per vedere l’annuale mostra di fotocronaca. Sono uscito un po’ presto perché volevo passeggiare vicino alla sede per fare alcune foto. Ho scoperto alcuni negozi tra cui due panetterie e un nuovo cafè oltre a un parco accanto a una scuola materna. Madri e figlie che si dondolavano all’altalena nonostante il freddo e tante grida di bambini provenienti dalla scuola materna.

Stavo per finire il giro quando un ragazzo in bicicletta si è fermato e :” Ciao Fabio!!! “. A quelle parole sono andato in tilt perché stavo cercando nei meandri della memoria chi fosse questo ragazzo, sicuramente italiano. Non riuscivo a rammentarmene, più i momenti passavano più mi vergognavo di non poterlo riconoscere e più diventava difficile ricordarmi di lui. Sentivo perfino la pancia tesa 8 che i ricordi vengano immagazzinati anche nella budella? ) , forse in un ultimo sforzo per ricordare ma proprio non mi è venuto. Lui intanto si era tolto il cappello per farsi riconoscere ma nenache quello è servito, allora con molta pazienza e un’espressione menu.jpgquasi rassegnata :” Ci siamo incontrati una volta in quel ristorante … “. Avendo il luogo tutto si è fatto più chiaro ma non ricordavo ancora il nome anche se mi ricordavo quasi tutta la conversazione che facemmo allora. È già accaduto in passato ma quando mi trovo in queste situazioni mi trovo sempre spiazzato, come se la mia memoria fosse troppo porosa, inconsistente. Mi ha fatto sapere comunque che aveva inziato a lavorare in un ristorante li vicino e che in questi giorni è occupatissimo. Di salute stava bene, domanda che faccio sempre a tutti.

Dopo, un po’ scosso dal fatto, sono stato alla mostra di fotocronaca e di servizi speciali della tv che è sempre un apriocchi perché mi fa conoscere fatti accaduti ma mai sentiti, come la foto nella quale si vedevano delle graffette stare in piedi sul pavimento natale.jpgdel treno grazie alla forza magnetica generata dai motori sottostanti. Non dobbiamo preoccuparci solo dei telefonini che portiamo spesso all’altezza del cuore o anche all’orecchio. Tante le fotografie sul baseball e calcio ma la più bella era quella della pattinatrice Ando Miki, un po’ sexy ma dalla quale si poteva sentire la voglia di impegnarsi e di pattinare bene. Voglio seguirla alle prossime olimpiadi.

Alla sera, invece, sono stato ai grandi magazzini perché Elena voleva mangiare ” shibazuke “, una specie di tsukemono. Le piace e piaceva moltissimo anche a mia moglie. Per arrivare all’angolo dello shibazuke sono dovuto passare per la sezione dei dolci. Una lunga fila di persone, tutti li per comprare il dolce di Natale, una torta fatta di pan di spagna, panna e fragole. Semplicissima ma buona. Visto che noi festeggiamo domani, ho comprato soltanto un piccolo sacchettino di biscotti e ci siamo augurati il buon Natale con quelli.

Auguro un felicissimo Natale a tutti coloro che mi leggono. So che in Italia fa molto freddo, e non solo in Italia, quindi copritevi bene, non fatevi prendere dall’influenza e vi auguro di passare una vigilia in pace e serenità.

Mata ne!!!!

Problemi di memoria?ultima modifica: 2009-12-24T15:35:25+01:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Problemi di memoria?

  1. Come ti capisco! Sono molto smemorata, mi capita spesso e mi sento ridicolissima quando non ricordo il nome delle persone che mi incontrano sorridenti per strada!
    Auguro anche a te e a Elena un buon Natale!
    P.S. Si è vero in Italia fa molto freddo, ma stranamente da me, da un paio di giorni, tira un vento caldo e strano di sera… mah!

Lascia un commento