Tsunagari

Oggi un’amica mi ha detto ( me l’aveva detto ancora la scorsa settimana ma pazienza per la memoria ) che i suoi genitori verranno a Kyoto per alcuni giorni e stava cercando loro una sistemazione. Per aiutarla sono stato in agenzia di viaggi ma li mi hanno detto che ormai era già stato quasi tutto prenotato e si potevano trovare soltanto le camere molto care.

In aprile e in maggio molti turisti sia giapponesi che stranieri si riversano in città per ammirare i ciliegi in fiore e per passare dei giorni diversi durante la settimana d’oro. Che fare? Se l’agenzia non funziona si può chiedere ad amici ho pensato così sono stato da dei conoscenti ottantenni, simpaticissimi, e ho chiesto loro se per caso conoscessero qualche buona sistemazione economica. La signora ha prontamente telefonato ad una sua conoscente che ha una casa-pensione con un bel giardino giapponese davanti. Ho avuto l’opportunità di parlare direttamente con la proprietaria per farmi dire i prezzi e mentre li scrivevo su un pezzo di carta la mia conoscente scuoteva la mano e il capo in segno “ costa troppo “ e mi faceva il segno di lasciar perdere. Ma la parte più interessante è stata quando questa mia conoscente ha spiegato quasi per filo e per segno chi fossi io, mia figlia, chi fosse stata mia moglie e che lavoro io facessi. Passerò per questa pensione magari in settimana per fami mostrere le camere e magari per farmi dare degli opuscoli intanto cercherò altri posti dal prezzo ragionevole.

È stata un’occasione per uscire dai soliti schemi e per farmi sentire o intravedere queste relazioni, o tsunagari, del tessuto sociale della zona. È stato molto educativo.

Tsunagariultima modifica: 2010-03-01T15:27:43+01:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Tsunagari

Lascia un commento