Informazioni

Quando abitavo a Venezia mi accadeva spesso ma non era facile spiegare ai turisti la strada con tutte le calli e campielli per non parlare dei ponti così spesso li accompagnavo fino alla loro destinazione.

Oggi Elena è tornata a casa visibilmente felice perché una coppia di anziani giapponesi le aveva chiesto la strada per la stazione della metropolitana e inoltre una coppia di giovani turisti koreani le avevano chiesto in inglese dove si trovasse un tempio li vicino. Li per li si è trovata contropiede perché non è abituata a questa richieste, è stata la prima volta, in inglese e grazie a un’altra ragazza è riuscita a indirizzarli nella direzione giusta. Forse.

Anche quando andiamo in giro in centro, nonostante lei conosca bene la strada non è in grado di spiegare la strada in mondo semplice e diretto perché non riesce ancora ad orientarsi. Farà sicuramente molta pratica da ora in avanti perché con il crescente numero di turisti a Kyoto le opportunità non mancheranno.

Informazioniultima modifica: 2010-05-27T16:33:01+02:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento