Un’amica

 

scala.jpgmi è davanti ogni giorno, mi si presenta quasi improvvisa dopo alcune ore che non si fa vedere e sentire. Quasi sempre mi bagna le maniche e i pantaloni per non parlare delle scarpe. Sono più di due settimane che continua imperterrita, a tratti sembra sparita ma appena me ne dimentico ritorna prepotente, quasi da far paura. Come non non potevo scrivere di lei? Se non fosse per lei però non camminerei così tanto e mi perderei tutte le sfumature, il chiaro-scuro e le linee che risaltano proprio in questa stagione. Dovrei ringraziarla? Anche se lo faccio non penso mi ascolti anche se ci potrei provare.

stazione.jpgOggi per esempio a tratti ha tintinnato e a tratti quasi tuonava dalla prepotenza e dall’abbondanza con cui si manifestava. Le persone che erano con me continuavano a guadare fuori della finestra un po’ preoccupati e un po’ allarmati mentre il fiume Kamo li vicino era cambiato di colore diventanto marrone scuro. Lo scorrere dell’acqua era impetuoso, vorticoso, aveva però un certo che di sontuoso. La forza della natura.

Nonostante ciò nel pomeriggio ho incontrato un’amica artista che avevo conosciuto al museo di Kyoto ancora due anni fa circa alla presentazione delle opere di laureaombrello.jpgdell’università di arte e design di Kyoto. Due giorni fa mi aveva scritto che a fine mese tornerà a casa dei genitori perché si è stancata della vita a Kyoto e vuole un po’ rinfrescarsi prima di fare il prossimo passo. Non l’ho trovata demotivata ma abbastanza confusa.

“ Voglio tornare a casa e sono sicura che potrò ripartire di nuovo con la produzione delle mie opere, avrò sicuramente più idee. Voglio ritornare all’origine e poi ripartire”. È un peccato perché da come mi ha raccontato ha già alcune amiche e si aiutano a vicenda. Spesso vanno a bere e a mangiare insieme per sfogarsi e criticarsi. Che cosa potevo consigliarle? Mi è dispiaciuto molto vederla un po’ rassegnata ma forse è un passo da prendere. Sono momenti importanti, di tensione e di dubbio. Se non ci fossero la vita sarebbe così bella com’è adesso?

 

Un’amicaultima modifica: 2010-07-14T15:12:25+02:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento