Finalmente!!!!

 

ragazza.jpgLa stagione delle pioggie è finita. Infatti, ieri mentre ero a Kobe sentivo che l’aria e anche i raggi del sole erano diversi dal solito ma una volta ritornato alla sera a Kyoto era come essere ritornato nella solita sauna. Questa mattina però quando mi sono alzato il sole batteva forte e il vento era, oso scrivere, perfino fresco.

Oggi i carri del Ghion Matsuri hanno fatto il giro per il centro spinti da lunghe file di giovani e non giovani uomini sotto gli occhi dei turisti e delle telecamere. Cielo proprizio e pure vento fresco sono uscito di casa prima del solito. Una volta arrivato la processione era già iniziata. Lo spazio per le foto dei carri era quasi inesistente tanta la calca così mi sono accontentato di fotografare le persone, con un occhio a cercarne di belle o almeno eleganti, e i loro modi di fare.

ragazzo.jpgAlcune si erano accorte che ero lì per fotografarle e questo la dice lunga sulla mia cortissima esperienza. Il momento più bello è stato quando ho provato a fotografare tre guide turistiche mentre chiacchieravano, si sono accorte di me e una prontamente ha coperto le altre due con il suo ombrello da sole. Peccato!! Ci vuole più velocità e occhio. In giapponese si dice “ki zuki”: solo la pratica può affinarlo.

Molti i genitori con le figlie sulle spalle e tante persone a bere te freddo e a mangiare il gelato sedute all’ombra degli alberi di Oike. La polizia e i vigili del fuoco

da ogni parte e sicuramente anche in borghese a vigilare e a dirigere la marea di persone alla destra o alla sinistra sui marciapiedi. Non dovrei scriverlo ma quasi

bambina.jpg

tutti ubbidivano.

Il prossimo matsuri sarà quello di Osaka e poi non resta che aspettare obon, quei tre o quattro giorni di vacanza usati per andare a pregare alla tomba di famiglia eper tornare a casa dei genitori.

Chiudendo, ho mangiato il pomodorino rosso che avevo coltivato. Buono e per il momento sono ancora

 

vivo. Ce ne sono altri due di cui uno sta pian piano diventando rosso rosso. Mi sono accdorto che coglierlo

hoko2.jpg

nel momento giusto non è facile. Forse come i casi dellavita: a volte sono troppo acerbi e vanno a male, altre sono troppo maturi e sono quasi sul punto di puzzare.

 

Finalmente!!!!ultima modifica: 2010-07-17T14:14:00+02:00da fabiokyotese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento