Bunkasai

  Finalmente è arrivato il giorno del Bunka sai, anzi il primo perché domani il tutto si concluderà con lo spettacolo della banda a strumenti a fiato, delle soubrette e del gruppo delle danzatrici hip-hop al teatro di Kyoto. Sono arrivato verso le undici e già le varie bancherelle di takoyaki, taiyaki, yakisoba e baby casuteila erano in piena funzione. … Continua a leggere

I primi carri

  Sabato ci sarà la parata dei carri del centro città per la festa di Ghion. Un po’ alla volta li stanno montando e i bambini insieme agli adulti stanno facendo pratica con lo shakuhachi. Da giovedì sera il centro sarà chiuso al traffico e si potrà andare in giro a mangiare, a bere e a chiacchierare oltre che a … Continua a leggere

Festicciola di Natale

Erano anni che ci invitavano ma considerata la nostra situazione avevamo sempre dovuto rifiutare ma quest’anno abbiamo partecipato. A dire il vero ero un po’ preoccupato per Elena perché l’età dei partecipanti era sopra i quaranta e forse non si sarebbe divertita, ma fortunatamente non è stato così. Sono tutte persone simpatiche a cui piace bere del buon vino, mangiare … Continua a leggere

I colori dell’autunno

Dopo una lezione al mattino, sono andato ad ascoltare un seminario sul periodo Meiji di Kyoto e più precisamente sulla storia della costruzione del santuario Heian Jinguu. Il tema era incentrato sulla perdita di splendore della città e la conseguente perdita di spirito da parte dei cittadini dopo che l’imperatore era andato a stabilirsi a Tokyo. Periodo molto movimentato con … Continua a leggere

Jidai matsuri

Questa mattina ho incontrato un appassionato fotografo in pensione e bevendo un te abbiamo parlato della nostra passione, ma lui con molti più anni di esperienza di me. Ha lavorato a Osaka in un giornale sportivo per più di trent’anni e la passione per la fotografia gli è nata da piccolo influenzato forse dal padre. Non vuole assolutamente far parte … Continua a leggere

Shichi go san ( sette cinque tre )

Oggi in molti templi e santuari in tutto il Giappone si sono viste sicuramente molte famiglie portare i propri figli e figlie per ricevere la protezione della loro crescita dagli dei. Mi ricordo quando Elena aveva meno di tre anni e mia moglie mi disse : “Dobbiamo portare Elena al santuario per pregare gli dei per il suo futuro. Si … Continua a leggere

L’ultimo giorno della “festa della cultura”

Cielo terso e sole inclemente, salvati soltanto da qualche corrente di aria fresca che proveniva dalle montagne vicine. Studentesse che sbucavano da ogni parte ridendo e chiacchierando, vestite in uniforme della scuola: gonna blu scuro, camicia bianca e cravattina rosso vino. Odori di takoyaki e yakisoba (soya), patatine fritte e taiyaki. Amaro e dolce nell’aria, mentre i genitori andavano curiosi … Continua a leggere

Giardino botanico 2 e Tenjin matsuri

Anche ieri sono andato al giardino botanico, questa volta con delle idee più chiare su come usare la macchina fotografica, su cosa e come fotografare e soprattutto su quanto tempo ci sarei stato. In questi giorni il sole picchia forte tanto da far girare la testa anche con in testa un cappello. La mia esperienza è cominciata alle 9:45 di … Continua a leggere

Dopo i festeggiamenti

Questa mattina mi sono svegliato alle 4:30 per andare in centro a vedere i preparativi dei vari carri. Dovevo tornare a casa per le 6:30 per la colazione di Elena e considerando i 40 minuti complessivi di andata e ritorno in bicicletta avevo soltanto 30 40 minuti per girare tra i vari carri. Dopo aver fatto un po’ di stretching … Continua a leggere

Ikebana

Questa mattina ho avuto due ore di tempo libero tra una lezione e l’altra così, come avevo già progettato il giorno prima, sono andato in giro tra i vari carri allestiti per la festa. Molti ma ancora pochi turisti in giro per le strade chiuse al traffico. Gironzolando sono entrato in qualche casa che esibiva le varie tappezzerie e opere … Continua a leggere