Una giornata intensissima

  Questa mattina sono uscito alle otto e mezza e ho preso il treno per Osaka. Di solito alla domenica mi dedico alla mia camminata veloce fino a Ninnaji o a qualche altro tempio o santuario ma oggi avevo un appuntamento con un fotografo che mi avrebbe presentato il suo maestro di novantaquattro anni. Ho approfittato dell’occasione anche per andare … Continua a leggere

Maleducazione o eccessiva passione?

  Questa mattina sono stato al santuario Yasaka al centro di Kyoto per vedere i preparativi della sfilata di chiusura del festival di Ghion. A dispetto della grande sfilata dei carri alla quale hanno partecipato più di duecento mila persone, questa sfilata è di modeste dimensioni e i protagonisti sono gli abitanti delle varie zone di Ghion. Non avevo molto … Continua a leggere

Finalmente!!!!

  La stagione delle pioggie è finita. Infatti, ieri mentre ero a Kobe sentivo che l’aria e anche i raggi del sole erano diversi dal solito ma una volta ritornato alla sera a Kyoto era come essere ritornato nella solita sauna. Questa mattina però quando mi sono alzato il sole batteva forte e il vento era, oso scrivere, perfino fresco. … Continua a leggere

Ghion matsuri, ikebana e obi

  Questa mattina c’era un filo di sole che entrava dalle nuvole abbastanza tranquille. Durante la mattinata ho fatto la solita camminata e dopo aver sbrigato alcune cose sono andato in centro per fare delle foto. Con il Ghion matsuri ci sono molte più persone per la strada, ognuno con un suo stile e modo di camminare. Cercare di fotografarle … Continua a leggere

I primi carri

  Sabato ci sarà la parata dei carri del centro città per la festa di Ghion. Un po’ alla volta li stanno montando e i bambini insieme agli adulti stanno facendo pratica con lo shakuhachi. Da giovedì sera il centro sarà chiuso al traffico e si potrà andare in giro a mangiare, a bere e a chiacchierare oltre che a … Continua a leggere

Terzo giorno di esami

A dispetto della stagione delle pioggie non ancora finita, questa mattina l’aria era abbastanza fresca e faceva quasi ricordare le mattine estive di quasi un mese fa. Anche oggi sveglia alle cinque, terzo giorno degli esami, Elena si è quasi abituata e sembra che vada tutto per il meglio. Alla mattina, quando accompagno mia figlia alla fermata dell’autobus per fare … Continua a leggere

Geighi

Anche oggi giornata tiepida ma con un vento fresco se non quasi freddo alla sera. Oggi ho avuto il privilegio, dopo quasi vent’anni di vita a Kyoto ( sono ancora pochi ), di mangiare e bere con un gruppo di amici in un ristorante giapponese a Ghion, la parte di Kyoto dove sono concentrati bar, ristoranti ma sprattutto dove si … Continua a leggere

In treno

Mi sono seduto vicino alla fine del vagone e accanto a me c’era uno spazio per far sedere un’altra persona. Di solito non si siede nessuno, ma proprio alla stazione di San-in sono entrati, turbinando, un gruppo di bambini e bambine della scuola elementare, tutti vestiti in uniforme della scuola, forse del primo e secondo anno. Chiacchieravano e giocavano. Subito … Continua a leggere

Mostre fotografiche

Quattro mostre fotografiche, una dietro l’altra stimolano il cervello ma anche lo confondono. La prima, e quella che volevo vedere più di tutte, era quella sulle maiko e geishe di Kyoto. Ieri avevo cercato qualche informazione sul fotografo e ho scoperto che Mizobuchi Hiroshi ha continuato a fotografare Ghion per più di trentacinque anni. Tra le moltissime opere esposte due … Continua a leggere

Ghion

A Kyoto c’è una zona “speciale”, meta di tutti i turisti, sia stranieri che giapponesi. Si chiama Ghion. È speciale perché le case, le abitudini e i costumi sono quelli tradizionali, del passati, ma sempre con un tocco di moderno. A dire il vero, in passato ci sono stato soltanto una o due volte ma mai per “esplorare” il posto, … Continua a leggere